Trento: detenuto si impicca in cella, aveva già avuto comportamenti autolesionistici


Carcere di TrentoRiccardo Scalet, di 32 anni, si è impiccato nella sua cella del Carcere di Trento. Per uccidersi Riccardo Scalet ha approfittato che i compagni di cella andassero all’ora d’aria, ha legato un lenzuolo alla doccia della cella e si è impiccato. E sono stati gli stessi compagni di cella a ritrovare Riccardo appeso a quel lenzuolo perché insospettiti del fatto che la doccia era ancora aperta.
Riccardo Scalet che era tossicodipendente, si trovava in carcere perché condannato per reati contro il patrimonio e avrebbe finito di scontare la sua pena nell’ottobre del 2016.

Pare gli avessero rigettato recentemente la domanda di inserimento in Comunità Terapeutica. Tempo fa aveva già tentato di farsi del male, ingoiando delle batterie.

Sale a 81 il numero delle persone detenute morte nei primi 7 mesi del 2014 (una media di oltre 11 morti al mese) tra cui ben 23 sono stati i suicidi.

Ristretti Orizzonti – 24 Luglio 2014