Carceri, Roma : tre Agenti Penitenziari a processo per il pestaggio di un detenuto romeno


regina-coeli-carcereSecondo l’accusa, l’uomo fu immobilizzato in cella e colpito con una sbarra di ferro, calci e pugni. Bastonato alla testa con una spranga in ferro, colpito a calci, schiaffi e pugni fino a fratturargli mascella e zigomo. Sarebbe questo il benvenuto dato a un detenuto romeno, Romica Ceausu, nel carcere di Regina Coeli da parte di tre Agenti della Penitenziaria la notte del 28 settembre 2007.

Lo ritiene il Procuratore Aggiunto, Francesco Caporale, che ha ottenuto l’imputazione per concorso in lesioni personali per i tre agenti difesi di fiducia dagli avvocati Domenico Naccari e Stefano Fusco. Il giovane romeno era stato arrestato con l’accusa di sequestro di persona e violenza sessuale. E poi condannato a 23 anni di carcere, considerato il capo della banda ritenuta responsabile delle aggressioni alle coppiette nel quartiere di Tor Vergata.

Quel che accadde la notte del 28 settembre 2007, secondo la procura, fu un vero pestaggio. Con uno dei tre agenti, scrive il procuratore aggiunto Francesco Caporale nel capo d’imputazione, che “percosse il detenuto alla testa con un tubo in ferro” mentre gli altri due poliziotti lo colpivano “con calci, schiaffi e pugni”.

di Giuseppe Scarpa

La Repubblica, 19 maggio 2014

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...