Toscana: l’Opg di Montelupo Fiorentino chiuderà i battenti entro il 31 marzo 2015


ImmagineI progetti per 4,6 milioni potenzieranno la formazione, gli addetti e i centri intermedi. Delineato il percorso che entro il 2015 porterà al completo superamento dell’Ospedale psichiatrico giudiziario di Montelupo Fiorentino. La Regione Toscana ha approvato e definito ì progetti che, grazie a 4,6 milioni dì euro di risorse statali, creeranno il percorso utile a definire come si concluderà, dopo la proroga di un anno per tutte le Regioni (firmata la settimana scorsa dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano) anche l’esperienza dell’Opg presente nella Provincia fiorentina.

L’obiettivo regionale è quello di potenziare la rete del servizi territoriali, fare formazione professionale e aggiornamento continuo degli operatoli, adeguare la dotazione di personale, creare percorsi di dimissioni per pazienti stranieri senza fissa dimora e potenziare le strutture intermedie di secondo livello.

A fine febbraio 2014 nell’ospedale psichiatrico giudiziario dì Montelupo Fiorentino erano presenti 107 persone (nel 2012 erano 227). Dal 2010 a oggi sono stati dimessi 25 internati toscani e sono in dimissione aliti 31, per un totale di 56 persone che escono e tornano nel proprio territorio di provenienza, facendo impegnare alla Regione Toscana poco più di 1,2 milioni di euro: 600mìla euro per i primi 25 dimessi e più di 635mila euro per i successivi 31.

Secondo il programma che porterà al superamento dell’Opg e previsto il potenziamento dei Dipartimenti di salute mentale (Dms) che, per i progetti di residenzialità e reinserimento sociale dovrà avere risorse adeguale per garantire sia il personale che altri servizi eventualmente coinvolti nel progetto (come a esempio Seri o servizi per la disabilità).

Altro punto rilevante è l’investimento in formazione, utile a sviluppare competenze professionali e garantire l’aggiornamento continuo agli operatori delle Residenze per l’esecuzione delle misure di sicurezza detentive (Rems) e delle altre residenze psichiatriche dì secondo livello. A questo va aggiunto il progetto di adeguamento del personale, necessario a garantire livelli adeguati di qualità assistenziale e appropriatezza organizzativa nel passaggio dall’Ospedale psichiatrico giudiziario alle nuove strutture sani (arie extra-ospedaliere.

Per questo dovrà seguire il potenziamento delle strutture intermedie di secondo livello (dedicate ai casi meno gravi, per l’esecuzione di misure di sicurezza non detentive), che hanno un ruolo fondamentale per garantire, da un lato che la permanenza nella Rems sia ridotta al minimo tempo indispensabile a ristabilire condizioni dì maggiore stabilità clinica e comportamentale e, dall’altro, che le strutture territoriali ordinarie siano in grado di accogliere persone che hanno raggiunto un adeguato equilibrio e stabilità.

Altro progetto punta a creare un ambiente con caratteristiche sanitarie appropriate dove praticale gli accertamenti diagnostici e terapeutici necessari a evitare la permanenza in carcere di detenuti con problemi psichici, in pratica un luogo dove garantire la gestione di un reparto detentivo, presso un istituto penitenziario della Toscana, gestito dall’Asl territorialmente competente. Poi. anche consentire la presa in carico territoriale dei pazienti stranieri che non hanno dimora sul territorio italiano. Al momento, sono presenti nell’Opg di Montelupo 7 persone senza fissa dimora.

Un percorso regionale e un programma, che riceverà dallo Stato 4.585.636 euro, già approvato nel 2013, compresi il complesso degli interventi assistenziali necessari che. secondo l’ultima delibera regionale, dovranno portare al completamento del processo di superamento dell’Opg entro il 31 marzo prossimo.

di Roberto Tatulli

Il Sole 24 Ore Sanità, 15 aprile 2014

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...